Cos’è la connessione FTTH?

FTTH, cosa significa? Significa Fiber To The Home, quindi fibra fino a casa. Questa è quella che si può definire la vera fibra ottica. Infatti, in questo caso, la terminazione della fibra ottica arriva direttamente all’interno dell’edificio, senza alcun passaggio tra cabinet e cavi di rame. Questo favorisce una velocità nettamente maggiore rispetto alla fibra misto rame, con una stabilità molto più elevata, non andando a risentire di tutte quelle problematiche tipiche della FTTC e dell’ADSL, quali cali di prestazioni improvvisi e interruzione di segnale. Questo tipo di tecnologia garantisce una maggiore velocità e affidabilità rispetto ad altre tecnologie di accesso, come l’ADSL o il VDSL.

Ciò che fa la differenza tra la FTTC e la FTTH è nel funzionamento di quest’ultima. Infatti, la connessione FTTH, esce dalla centrale e arriva direttamente al luogo di utilizzo senza nessuna interruzione o intermezzi. Questo tipo di fibra è la tecnologia più avanzata per la connessione ad Internet, e prevede l’installazione di una fibra ottica dedicata che arriva direttamente all’interno della casa o dell’azienda dell’utente finale. Questo tipo di connessione consente di raggiungere velocità di trasmissione dati molto elevate, garantendo prestazioni eccezionali in termini di velocità di download e upload, latenza e stabilità della connessione.

Ci sono varie velocità di connessione che la fibra ottica FTTH può raggiungere:

  • 1 Gigabit al secondo
  • 2,5 Gigabit al secondo

In alcune aree la velocità è molto elevata, arrivando fino a 10 Gigabit al secondo.

Diffusione della fibra ottica in Italia 

Secondo i dati dell’Osservatorio sulle comunicazioni della Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (AGCOM), a settembre 2022 il 56,4% delle famiglie italiane aveva accesso alla fibra ottica, mentre il 23,4% aveva accesso alla fibra FTTB (Fiber To The Building).

In totale, quindi, il 79,8% delle famiglie italiane ha accesso alla fibra ottica. La diffusione della fibra in Italia è stata influenzata da diversi fattori, tra cui la densità della popolazione, la topografia del territorio e la presenza di infrastrutture preesistenti. In particolare, nelle zone urbane la copertura della fibra ottica FTTH è molto elevata, mentre nelle zone rurali la copertura è ancora limitata.

Per aumentare la copertura della fibra FTTH sul territorio italiano, negli ultimi anni, sono stati messi in campo diversi progetti di investimento, sia pubblici che privati. Tra i principali progetti pubblici si segnalano il Piano Banda Ultra Larga del Governo, che prevede la copertura di tutto il territorio nazionale entro il 2026, e il progetto Italia Connessa, che mira a garantire la copertura della fibra ottica in tutte le aree bianche del Paese entro il 2024.

Cos’è la fibra ottica e come funziona?

    • Un cavo in fibra ottica FTTH è essenzialmente un insieme di fibre sottili e trasparenti di fibra di vetro o polimeri plastici che hanno all’incirca le dimensioni di un capello umano, queste fibre sono tenute insieme da una guaina protettiva in gomma.

    • Grazie ai cosiddetti “doppini intrecciati” (gli attributi che differenziano questo tipo di cavo dal normale cavo in rame) la fibra ottica può trasportare più informazioni per unità di tempo pur essendo più leggero e maneggevole, più flessibile e più resistente alle condizioni esterne (ad esempio, risentono meno degli sbalzi di temperatura).

    • Tutti questi attributi contribuiscono alle prestazioni superiori del cavo in fibra in termini di capacità di trasmissione e minore propensione a guasti e inconvenienti, questo riduce i tempi di inattività del cliente e i costi di manutenzione.

I vantaggi della rete FTTH

Sicuramente i vantaggi derivanti dall’installazione di una connessione in fibra ottica sono numerosi, e potrebbero apportare all’interno di una casa o di un’azienda notevoli migliorie. Infatti, una connessione di questo genere, apportando una potenza di rete davvero molto elevata, consente un’elaborazione dei dati e, di conseguenza del lavoro, davvero elevata.

    • Una connessione realizzata interamente in fibra ottica permette di contare su una velocità elevata e stabilità senza paragoni, senza alcuna preoccupazione per intemperie o guasti alla linea, e senza che l’utilizzo della connessione da parte di più dispositivi incida negativamente sulla velocità della rete.

    • La fibra ottica è particolarmente indicata per le aziende e gli ambienti lavorativi che hanno una grande mole di lavoro informatico e necessitano quindi di una rete che sappia gestire e supportare senza problemi il lavoro.

Svantaggi della connessione FTTH

Pur essendo la migliore connessione disponibile sul mercato ha anche dei lati negativi:

    • Non è disponibile ovunque, in quanto in molte zone del paese le infrastrutture che permettono di poter usufruire di questa tecnologia ancora non sono completamente diffuse. Questo limita a sole e poche aree più industrializzate questo tipo di fibra, lasciando indietro i piccoli centri abitati o zone più periferiche nelle quali non sono stati eseguiti i lavori.

    • I lavori per la cablatura sono il punto debole di questo tipo di tecnologia: sono molto lunghi e costosi.

    • Inoltre, in caso di guasto, i tempi di ripristino possono essere lunghi, e gli utenti si ritroverebbero senza accesso a internet anche per svariati giorni.

La Connessione FTTH di RF COM        

RF COM offre varie soluzioni per le connessioni FTTH in fibra: siamo in grado di consigliare la migliore connessione possibile, che va da 1Gb/s a 2.5Gb/s, in base alle aree di copertura e alle performance della rete.

I nostri tecnici sul territorio intervengono nel minor tempo possibile in caso di disservizio, mentre il nostro ufficio è aperto a tutti, per un contatto diretto e autentico con i nostri clienti.

Più di 3000 utenti tra privati e aziende hanno scelto il nostro servizio, e questo è per noi sinonimo di efficienza e qualità offerta.